Per qualsiasi attività professionale, aziendale, commerciale ed artigianale il presupposto fondamentale, il requisito irrinunciabile è il possesso della Partita IVA, sia in Italia che in tutta Europa. Se decidi di iniziare un rapporto commerciale con altre aziende o professionisti che non conosci direttamente, soprattutto Online ma anche personalmente, è bene preventivamente informarsi sull’effettiva sussistenza della Partita Iva di tale soggetto, che la stessa sia attiva, il che garantisce almeno la posizione regolarmente attiva della stessa azienda o del professionista.

Capita, purtroppo, che alcune Imprese o professionisti millantino l’attività legittima attraverso una Partita IVA che, seppur esistente in passato, forse, non lo è più al momento attuale. Chiaramente mettersi in affari o intrattenere rapporti commerciali con soggetti in posizione irregolare non è assolutamente consigliabile: se la Partita IVA non è più attiva non possono essere emesse fatture, ad esempio, e se emesse a fronte di una Partita IVA vecchia e non più attiva, le stesse fatture non hanno alcuna validità legale, generando notevoli problemi fiscali sia per chi la emette, sia per chi le inserisce nella dichiarazione dei redditi, a quel punto illegittimamente.

Come controllare se la Partita IVA è attiva

La verifica partita iva, ossia se la stessa è attiva, si può fare gratuitamente anche online sia per imprese italiane che straniere nell’ambito Europeo ma anche per i liberi Professionisti, tutti i soggetti abilitati all’emissione di fattura, quindi. La Partita IVA viene rilasciata dall’Agenzia delle Entrate al momento dell’apertura di una qualsiasi attività, è un dato pubblico, di libera consultazione, quindi per controllare se è attiva la Partita IVA è sufficiente collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate per consultare il database delle imprese registrate. Una volta aperta la pagina principale del sito, quindi, è sufficiente inserire il numero della Partita IVA che intendi verificare e sarà visualizzato un messaggio contenente:

  • Stato della Partita IVA se attiva, sospesa, cessata
  • Denominazione dell’Impresa o Ditta, dati del titolare.
  • Data di inizio attività, eventuale sospensione o cessazione.

Evidentemente se la Partita IVA ricercata risulta sospesa o cessata, è presente un’anomalia ed è opportuno astenersi da intrattenere con tale soggetto qualsiasi rapporto.

Controllare una Partita IVA in Europa

In modo analogo a quanto appena descritto, puoi verificare lo stato di una Partita IVA in qualsiasi Nazione Europea. Basta collegarsi sempre al sito dell’Agenzia delle Entrate e, in questo caso, consultare il database dedicato al Vies, il database che raggruppa dati di imprese in tutta Europa, attivo da Lunedì a Venerdì dalle 8:00 alle 20:00 e sabato dalle 8:00 alle 13:00. Fatto l’accesso al database occorre selezionare il Paese in cui si trova la Ditta, quindi digitare il numero di Partita IVA e dare in comando Invia. Si avrà il responso come per le Partite IVA italiane.

Evidentemente anche in questo caso se la Partita IVA risulta sospesa o cessata, nessun rapporto commerciale o professionale è opportuno. Il fatto che la Partita IVA sia relativa ad un soggetto estero rappresenta un maggiore rischio, per cui la ricerca è quanto mai consigliata.