Il mondo del lavoro è ormai completamente digitalizzato. È impossibile fare un lavoro di ufficio senza utilizzare un computer. In questi casi, il software per antonomasia è Microsoft Excel.

Se non ti senti abbastanza preparato o vedi che i tuoi colleghi sono molto più a loro agio di te con l’utilizzo di questo importantissimo strumento, ti consigliamo di seguire un corso di Excel online come MasterExcel: clicca qui per visualizzare il sito e acquistare il corso.

Senza entrare troppo nel dettaglio, oggi vogliamo parlarvi di otto funzioni, che molto probabilmente non conosci, che faciliteranno molto il tuo lavoro. Certamente non ti permetteranno di diventare un Guru, ma sicuramente velocizzeranno moltissimo il tuo lavoro.

Partiamo!

Le funzioni IF e AND

Una delle situazioni più comuni all’interno di un ufficio che analizza dati, come ad esempio un reparto marketing, è quello di avere liste infinite di dati disorganizzati.

Ti capiterà molto spesso di avere necessità di trovare velocemente particolari gruppi all’interno di queste tabelle immense, ognuno dei quali caratterizzati da specifiche caratteristiche.

In nostro aiuto arrivano le funzioni IF e AND, grazie alle quali sarai in grado di compilare una nuova colonna con un valore deciso di te, in base alle condizioni che più ti aggradano.

Esempio pratico: ha un elenco di clienti di cui conosci codice utente, nazionalità, data di iscrizione e fatturato annuo. Grazie a queste funzioni sarai in grado di evidenziare velocemente, ad esempio, tutti i clienti italiani con un fatturato superiore ai 1000 euro annuali.

La funzione COUNTIF

Una seconda funzione molto utile e che ti toglierà spesso dai guai, è la funzione COUNTIF, che ti permette di contare il numero di elementi che rispettano determinate caratteristiche.

Esempio pratico: immaginiamo di avere il solito listato di clienti che abbiamo descritto nel precedente paragrafo. Io potrei dover CONTARE, piuttosto che evidenziare, tutti i clienti italiani in base a determinate fasce di prezzo.

La funzione SUMIF

Molto simile alla funzione appena descritta è la funzione SUMIF, che non fa un semplice conteggio ma una SOMMA dei valori in base alle caratteristiche che definisci in fase di creazione della formula.

Nel nostro esempio, andremmo a sommare i fatturati dei clienti in base alle fasce precedentemente decise, riuscendo a capire velocemente quanto fatturato genera ogni singola fascia.

La funzione LEN

Una funzione poco conosciuta ma molto semplice da utilizzare è la funzione LEN, in grado di mostrarti a video la lunghezza in caratteri di una determinata cella.

Questa funzione può risultare molto utile in ambito Digital in quanto moltissime analisi, ad esempio SEO, richiedono la valutazione della lunghezza di Titoli o descrizioni delle schede articolo.

Grazie a questa funzione potrai analizzare velocemente una mole di dati immensa in pochissimi istanti.

La funzione CONCATENA

Chiudiamo la nostra breve lista di funzioni utili con la funzione CONCATENA.

Le estrazioni da database spesso e volentieri sono molto confuse. L’esempio più comune è rappresentato da un’estrazione dove nome e cognome del cliente sono separati in due campi ben distinti.

Se necessiti di unire due celle, anche non adiacenti, la funzione CONCATENA viene in tuo aiuto.

Il CERCA.VERT

Tra tutte le funzioni che abbiamo nominato e di cui parleremo più avanti in questo articolo, il CERCA.VERT è senza dubbio una delle più utili nel mondo del lavoro.

Immaginate di avere due tabelle, ognuna delle quali con campi differenti, ma con alcuni elementi in comune. Se avete necessità di unire queste due tabelle sulla base di questi elementi comuni la funziona CERCA.VERT viene in vostro soccorso.

Un esempio classico è rappresentato da due liste clienti differenti che devono essere unite sulla base del nome cliente. In pochi secondi otterrete un’unica tabella contenente tutti i campi di cui avete bisogno.

Le funzioni MIN e MAX

Queste due funzioni sono molto semplici e intuitive, ma non per questo poco utili. Le funzioni MINIMO e MASSIMO non fanno altro che indicarti in una nuova cella il valore più basso e quello più alto di una lista.

Queste due funzioni sono molto utili sia se le prendiamo singolarmente, sia se inserite all’interno di formule più complesse.

Ad esempio, potresti creare un coefficiente moltiplicando per una variabile X il valore minimo di una lista di valori.

La funzione OGGI

Se volete creare un foglio di lavoro dove viene indicata in una cella la data odierna che si aggiorna in automatico, la funzione OGGI fa al caso vostro.

Questa funzione non ha un solo scopo visivo, ma al contrario può essere molto utile nel momento in cui volete ad esempio evidenziare una serie di celle in base al numero di giorni di distanza dalla data odierna.

Un esempio pratico è rappresentato da un piano redazionale. Per esempio, potreste voler evidenziare i redattori che hanno ricevuto l’incarico di un nuovo articolo più di 7 giorni prima e non hanno ancora consegnato nulla.