Vorresti lavorare in Canada ma non sai come fare e da dove iniziare? Sempre più italiani, alcuni molto giovani ed altri un po’ meno, decidono di abbandonare la propria terra per trasferirsi, sia per ragioni di lavori che per altre motivazioni, all’estero ed una delle mete più ambite e scelte è proprio il Canada. In questa guida troverai semplici e brevi spiegazioni per iniziare a pensare in modo concreto ad un possibile trasferimento.

Innanzitutto c’è da dire che il Canada è tra i Paesi più grandi del mondo ma che, nonostante ciò, riesce a mantenere livelli molto alti in fatto di organizzazione, occupazione ed efficienza e questa può essere una delle motivazioni che spingono gli italiani a cercare qui una nuova vita. Inoltre, il fatto che le lingue più parlate siano quelle più vicine alla tradizione ed alla preparazione scolastica italiana, ossia l’inglese ed il francese, fa del Canada una meta ambita.

Visto per lavorare in Canada

Se decidete di trasferirvi e restare a lavorare, dovrete munirvi di un visto vacanza/lavoro che vi consentirà di restare nel territorio per 6 mesi e per farlo dovrete rivolgervi all’ambasciata del Canada presente a Roma. Se, invece, avete già fatto un colloquio di lavoro in Canada e siete stati assunti, l’ambasciata darà un esito dopo opportune valutazioni.

Tornando al caso del visto per lavorare, sappiate che i posti per il trasferimento non sono illimitati e affinché venga rilasciato il visto è necessario rispettare alcuni requisiti che possono variare nel tempo e la cui documentazione è presente sul sito del Governo canadese, ad esempio agli italiani viene richiesto il possesso di cittadinanza italiana, un’età compresa tra i 18 ed i 35 anni e risorse economiche sufficienti a coprire le spese che la permanenza in Canada richiede, tra cui l’assicurazione sanitaria privata, in quanto la sanità pubblica e gratuita è prevista soltanto per i residenti permanenti.

Una volta soddisfatti i requisiti, dovrete creare, a partire dal sito del governo canadese, un profilo myCIC che vi consentirà di far parte dei candidati al visto. Sarà proprio il governo a decidere chi, tra i candidati, verrà chiamato per ricevere il permesso.

Se verrete selezionati avrete 10 giorni per decidere se accettare o meno, in caso di risposta positiva dovrete compilare un modulo sul sito a cui allegare tutta la documentazione necessaria. Contrariamente, potrete anche decidere di rifiutare restando però tra i candidati.

Quali sono i lavori più richiesti in Canada?

Tra le figure lavorative più ricercate in Canada troviamo sicuramente falegnami, pizzaioli o cuochi ed idraulici che, a  differenza di altre posizioni lavorative, possono non avere un’inglese o un francese di base eccellenti. Però attenzione, affinché si possa ottenere un visto lavorativo da parte dell’ambasciata canadese è fondamentale avere quantomeno delle basi di lingua.

Parlare correttamente la lingua, soprattutto in merito al settore del proprio mestiere, è un requisito fondamentale per tutte le altre mansioni richieste come odontotecnici, insegnanti, infermieri, medici, commercialisti e responsabili vendite.

Se siete alla ricerca di annunci per lavorare in Canada, un sito molto frequentato è ideed Canada.