Sono sempre tanti le persone, non solo giovani, che decidono di trasferirsi all’estero per cercare lavoro per cercare fortuna e affrontare in questo modo la crisi che ha colpito da diversi anni l’Italia. Una delle mete più diffuse e ricercate è Londra, capitale Britannica dove in molti riescono a trovare un’occupazione e riuscire a mantenersi.

Gli interrogativi sul trovare lavoro a Londra sono però sempre tante, soprattutto sull’effettiva possibilità di trovare un impiego prima di partire, in modo da ridurre i costi e i rischi del periodo iniziale successivo al trasferimento. In realtà sono diversi gli aspetti da considerare e, non essendoci mai una certezza assoluta, bisogna sempre mettere in conto alcuni rischi. Vediamo una serie di consigli da seguire per trovare lavoro a Londra prima di partire.

Imparare l’inglese

La lingua è l’elemento principale e imprescindibile per trovare lavoro a Londra. Imparare l’inglese può tornare utile sotto diversi punti di vista, sia per una cultura personale che per aumentare il livello delle proprie competenze professionali da spendere in sede di colloquio. Per imparare la lingua è possibile rivolgersi ad un corso intensivo di inglese a Roma, in modo da acquisire un buon livello di preparazione e non partire per Londra e ritrovarsi spaesati. La lingua è fondamentale sia per comunicare per le questioni vitali e quotidiane, ma anche per trovare lavoro; le aziende scartano subito i curriculum di coloro che non hanno padronanza della lingua inglese e non sapersi esprimere chiude ogni possibilità professionale, per questo è utile imparare prima la lingua per poter poi cercare e trovare lavoro a Londra.

Borse di studio e tirocini

Un altro metodo per trovare lavoro a Londra è quello di intraprendere tirocini, borse di studi e programmi specifici che permettono di maturare un’esperienza all’estero avendo già un’attività da svolgere e delle competenze da acquisire per poi trovare altre occupazioni e provare ad intraprendere una carriera professionale.

Sedi all’estero

Inoltre c’è sempre la possibilità di cercare posizioni lavorative in Italia presso aziende che hanno sedi anche all’estero. In questo modo, con un’esperienza professionale alle spalle e una conoscenza della lingua di medio-alto livello è possibile trovare lavoro a Londra in maniera più semplice e partire per l’Inghilterra avendo già un contratto di lavoro.

Problemi pratici

In tutti questi casi sono comunque da mettere in conto alcuni problemi pratici per trovare lavoro a Londra. Molte aziende, infatti, richiedono un colloquio in sede ed è decisivo avere l’opportunità (e anche la disponibilità economica) di prendere un aereo, prenotare un alloggio e partire, con il rischio di non superare il colloquio. Un consiglio utile in questo caso è quello di contattare più aziende per diverse posizioni di lavoro e accumulare in una settimana più colloqui, in modo da aumentare le possibilità di trovarne uno che termini con un esito positivo.

Le soluzioni per cercare lavoro a Londra restando in Italia ci sono; inevitabilmente hanno più rischi e difficoltà, ma grazie anche all’esplosione delle nuove tecnologie sono sempre di più le aziende che operano a livello internazionale e che è possibile contattare tramite i canali digitali.