Oramai il mercato del lavoro è sempre più mobile, ed a molti capita di perdere il lavoro dopo diversi anni di carriera in un determinato settore, o di scoprire che l’attività in proprio che era stata avviata non è più così redditizia come anni fa. Anche se di primo acchito trovarsi in questa situazione può essere destabilizzante, in realtà si tratta di un’ottima occasione per inventarsi un lavoro nuovo, magari più in linea con le nostre vere aspirazioni. Trovare lavoro a 50 anni non è quindi una sconfitta, ma una nuova partenza!

Cambiare le proprie abitudini e mettersi in gioco

Com’è normale, questi cambiamenti ci portano fuori dalla nostra zona di comfort. Perdere la sicurezza di una rendita fissa, che sia derivata da lavoro dipendente o autonomo, può provocare insicurezza.

Per alcuni trovare lavoro a 50 anni significa cambiare le proprie abitudini, la propria routine, dover magari aggiornare le proprie competenze se non acquisirne di nuove. I pensieri negativi possono prendere il sopravvento, ma è importante provare a superarli e guardare le cose da un punto di vista diverso. Secondo molti, questa epoca di crisi è anche un’epoca di grandissime opportunità. Mai il mondo è stato connesso come oggi, mai è stato così facile raggiungere dei potenziali clienti, che sono letteralmente ad un click da noi.

La prima cosa, se dobbiamo inventarci un lavoro nuovo, è quindi essere aperti e disponibili a metterci in gioco.

Osservare il mercato e se stessi

Se da una parte è necessario effettuare delle indagini di mercato, per capire quali sono i settori in maggiore crescita, dall’altra è necessario osservare se stessi. Trovare lavoro a 50 anni significa saper fare un sunto delle competenze acquisite fino ad oggi, e capire in quale nuovo ambito esse possano essere spese.  Sicuramente l’esperienza professionale del passato non è da buttare, ma solo da riformulare!

Inoltre, una buona idea, specie se c’è comunque una base economica di sostegno, è investire nella formazione, per espandere il tuo raggio d’azione. Prima di tutto, controllare i requisiti per ottenere l’assegno di disoccupazione nel 2018, perché è sempre importante crearsi un contesto il più possibile sicuro. In questo modo potrete più tranquillamente preparare il vostro piano d’azione.

Nuove figure professionali

Ultimamente sono sorte moltissime nuove figure professionali, specie nei settori dei lavori manuali-artistici, nell’organizzazione, e nella formazione; parallelamente sono stati creati altrettanti percorsi formativi per avviare a queste nuove professioni. Per avere accesso a questi corsi, è possibile rivolgersi ai centri per l’impiego o alle agenzie per il lavoro sparse nel territorio. Qui potete anche chiedere consiglio circa il percorso migliore da intraprendere in base ai vostri requisiti, interessi e competenze pregresse.

Seguire le proprie passioni

Se poi avete da parte dei risparmi o un TFR, è possibile, come hanno fatto molti, investire in un’attività in proprio che rispecchi le vostre passioni. Dal ristorantino di nicchia al coaching, dai servizi per l’infanzia al bed & breakfast, le opzioni sono molte. Ci vuole impegno, fiducia e costanza, e anche qui è necessario effettuare delle indagini preventive per convogliare i propri soldi in un progetto di successo. E chissà…magari trovare lavoro a 50 anni potrebbe trasformarsi nella migliore occasione della vostra vita!