Il web graphic design è una figura professionale molto richiesta nell’universo della comunicazione online. E’ colui che si occupa dell’interfaccia di un sito internet, ovvero si dedica a creare l’aspetto piacevole e intuitivo del portale.

Pulsanti, immagini, colori caratteri e tutto ciò che riguarda la grafica è a cura del web designer. Se sei interessato a questa professione, e vuoi sapere quali percorsi formativi seguire, puoi continuare la lettura dell’articolo. Scoprirai come si diventa web designer e cosa è necessario per svolgere la professione come freelance.

Chi è il Web designer?

E’ il progettista delle interfacce dei siti internet. Il suo lavoro consiste nel far convergere le richieste del committente, ovvero del suo cliente, e quelle degli utenti che consulteranno il sito.

Per realizzare il design di un portale web, il professionista deve tener presenti alcuni aspetti, primo fra tutti la brand identity del cliente, ovvero l’utilizzo dei suoi loghi, colori e font. Allo stesso modo deve avere ben chiari gli obiettivi del cliente e la user experience dell’utente che visita il sito. Non può trascurare anche l’accessibilità del sito per coloro che sono portatori di handicap visivo.

Come diventare web designer

Chi vuole diventare web designer deve possedere una spiccata creatività e conoscere molto bene i programmi di elaborazione grafica. Fondamentale anche l’uso di programmi per lo sviluppo di siti come Dreamweaver, Illustrator e PhotoShop. Inoltre deve conoscere le tecniche del Responsive Web Design, del Conversion-focused Web Design e le basi teoriche dello User Experience Design. Molto utile un’infarinatura sulle dinamiche del Digital Marketing e SEO.

Il web designer che conosce i principali linguaggi di comunicazione può lavorare come freelance in maniera completa perché può offrire maggiori servizi alla clientela. Per trovare uno sbocco lavorativo è importante approfondire tutto ciò che è legato ad un portale web, senza fermarsi alla teoria o agli strumenti di grafica. Una preparazione a 360° permette di avere più possibilità, poi ci si può orientare e specializzare su un ambito preciso del web design.

Corsi per diventare web designer

Il corso di laurea più vicino a quello del Web Design, che non esiste attualmente in Italia, è quello in Design e Arti. E’ utile per apprendere nozioni sulla grafica e il design. Al termine del percorso scolastico ci si può iscrivere a corsi specifici sul Web Design. L’importante è orientarsi su corsi validi, leggendo attentamente il programma formativo che offrono. Ci sono istituti privati come modartech.it, che organizzano corsi di formazione e master in materia, sia in presenza che online.

Quali sono gli sbocchi lavorativi?

Diversi i percorsi lavorativi che può intraprendere un web designer. Può lavorare come dipendente subordinato di un’agenzia o di un’azienda. Nel primo caso si occuperà di una clientela diversa, nel secondo il suo lavoro consisterà nella creazione e gestione di uno o più siti legati alla ditta.

L’alternativa, molto più allettante per molti creativi, è quella di lavorare come web designer freelance. Occorre aprire una propria partita Iva ed avere fin da subito un computer con i programmi utili e una buona connessione ad internet. Il freelance può scegliere a quali progetti lavorare, dove svolgere la professione e quali orari dedicare all’attività. Certo, ad inizio carriera non sarà facile ottenere progetti lavorativi, perché poca è l’esperienza nel settore.

Il consiglio è quello di iniziare lavorando per un’agenzia in modo da entrare nel giro giusto e conoscere clienti. Il bagaglio di esperienza che si acquisirà e i nuovi contatti serviranno per lavorare in futuro come freelance.

Quanto può guadagnare un web designer?

La retribuzione di un web designer non è quantificabile da subito. Intanto essa varia in base all’esperienza acquisita e se si lavora come dipendente di un’agenzia o come freelance.

Lo stipendio medio come lavoratore subordinato si aggira intorno ai 1500 euro netti al mese ma la forbice economica varia da un minimo di 1000 euro netti mensili ad anche 2500 euro netti al mese. Un lavoratore freelance ad inizio carriera si dovrà accontentare di retribuzioni modeste ma può aumentare sensibilmente le sue entrate accrescendo i suoi contratti. A seconda delle proposte che decide di seguire, nel tempo può tranquillamente superare i 2000 euro netti al mese.