Il mondo dell’informazione ha assunto, dai primordi della sua storia ad oggi, una sempre maggiore importanza e di conseguenza anche il corretto approccio di aziende, enti di vario genere, personaggi dello sport, dello spettacolo, della politica, è divenuto sempre più sensibile ad una relazione corretta, proficua. A questo scopo è nata la figura dell’Addetto stampa.

Cosa fa un addetto stampa

Una professione nuova ha trovato sempre maggiore spazio nell’interfaccia tra l’azienda, l’ente, il personaggio rappresentato e il mondo dell’informazione: l’addetto stampa. In pratica questa figura professionale ha il compito di gestire i rapporti con i giornalisti in modo da riportare informazioni, quelle volute e far passare un’immagine e un messaggio alla stampa che è quello desiderato e non altro.

L’Ufficio stampa

Aziende di una certa importanza basano la loro azione sulla pubblicità del loro prodotto ma anche sulla propria immagine pubblica. Questo è un aspetto molto importante per qualsiasi azienda che. sebbene commercializzi un prodotto ottimo, se ha una pessima immagine pubblica, pagherà questo aspetto sotto il profilo delle scarse vendite

Per questo motivo molte aziende si sono dotate di un ufficio stampa che quotidianamente monitora l’immagine aziendale rispetto ai media, si interfaccia con i giornalisti per dare maggiore risalto a notizie positive rispetto all’azienda e magari anche in campo di iniziative sociali benefiche e positive.

Curare la rassegna stampa è un lavoro impegnativo e l’ufficio stampa deve essere sempre attento a evidenziare qualsiasi aspetto critico al fine di migliorare la posizione aziendale sotto questo aspetto, anche con azioni sul web.

La professione di addetto stampa

L’addetto stampa deve provvedere ai comunicati stampa, a ideare eventi atti a migliorare l’immagine pubblica dell’azienda per cui lavora, conoscere bene tutto il mondo dell’informazione e saper gestire correttamente ogni canale di informazione per ottenere i migliori risultati.

L’addetto stampa, quindi, deve essere un giornalista abilitato, quindi iscritto all’Albo dei giornalisti e tenersi costantemente aggiornato e in costante contatto con i giornalisti che possono, almeno potenzialmente. incidere sul suo lavoro.

Fare un comunicato stampa può sembrare una cosa banale ma non lo è: spesso occorre scriverlo più volte per ottenere il massimo dell’efficacia e chiarezza con il minimo di parole, poi deve essere diffuso entro le ore 13 alle Agenzie di stampa, entro le 18 ai quotidiani della carta stampata e entro una settimana dall’uscita dei settimanali.

Importante per l’addetto stampa avere una Mailing list di giornalisti e contatti da curare e mantenere aggiornati sui comunicati. Questi devono considerare l’addetto stampo come una persona seria e affidabile cui riferirsi e dalla quale ricevere un servizio che serve loro a diffondere l’informazione corretta alla propria utenza.

Chi è l’addetto stampa

Abbiamo accennato all’iscrizione all’Albo dei giornalisti ma in realtà questo è un presupposto necessario per la Pubblica Amministrazione mentre per le aziende private questo non è necessario sebbene preferibile. La cosa importante è avere ottime doti comunicative, saper scrivere e parlare correttamente e sapersi relazionare bene con i giornalisti.

Come iniziare

Il modo migliore per iniziare l’attività di addetto stampa è impegnarsi in un Tirocinio presso un Ufficio stampa, in genere gratuito, per apprendere il mestiere. Muovendo così i primi passi in questo mondo imparerai le malizie, i modi, gli usi in questo campo e anche ad usare al meglio ogni strumento possibile, compresi i Social Network.

In questo campo esistono anche numerosi corsi e master a pagamento che possono esserti molto utili per acquisire una capacità di base che andrà poi implementata con l’esperienza sul campo.