Come diventare insegnante di lingue: titoli e percorso

L’insegnante di lingue straniere è una professione che in Italia è dedicata ai docenti abilitati. Per diventare insegnanti di lingue è necessario essere vincitori di concorso e comunque, avere l’abilitazione all’insegnamento. Per avvicinarsi a questa disciplina, l’ideale è avere una laurea in lingue, in quanto questo tipo di percorso formativo dà la possibilità di lavorare sia come insegnante presso istituti privati oppure scuole pubbliche, ma anche cercare di seguire la carriera universitaria o dedicarsi al mondo dei traduttori e degli interpreti o ancora come educatori o insegnanti nelle scuole bilingue, dall’infanzia fino al liceo. Le nuove professioni web offrono altri numerosi spunti per questo tipo di specializzazione.

Le caratteristiche che un insegnante di lingue deve avere

Per diventare insegnante di lingue è necessario avere l’abilitazione all’insegnamento ed inoltre, anche mettere in campo metodologie tecniche di apprendimento che serviranno a imparare più facilmente una lingua straniera. Il docente dovrà mettere l’alunno in condizione di riuscire a scrivere e comprendere, oltre che parlare la lingua straniera. Solitamente gli insegnanti più ricercati sono quelli di francese, inglese e tedesco che devono acquisire metodi e tecniche per aiutare gli studenti nel percorso di formazione linguistica, diventato necessario oggigiorno per avvicinarsi con successo al mondo del lavoro.

Diventare insegnante di lingue, ecco come fare

Per diventare insegnante di lingue, è necessario seguire un percorso di studi ben delineato. Una volta frequentato il liceo ad indirizzo linguistico, sia classico che scientifico, si può procedere con la carriera universitaria. In realtà, è anche possibile iniziare da istituti professionali e tecnici purché venga fatta una buona base della lingua prescelta. I licei sicuramente saranno in grado di donare un percorso migliore in questo senso. Successivamente, per riuscire ad insegnare già alle scuole primarie, sarà necessario iscriversi presso Scienze della Formazione Primaria, in una facoltà universitaria statale o parastatale. Invece per insegnare nelle scuole superiori, sarà obbligatorio anche avere la laurea in lingue. Oltre alla laurea in lingue c’è anche la possibilità di accedere all’abilitazione con un piano di studi differente, che abbia al suo interno l’esame di inglese. Non basta semplicemente che sia inserito il corso di lingue all’interno del piano di studi, quanto potrebbe anche essere utile integrare questa conoscenza con master abilitanti oppure con dei corsi di formazione specifici, accreditati presso il Ministero dell’Istruzione università e ricerca.

I titoli per accedere all’insegnamento in lingue straniere

Il Ministero dell’Istruzione università e ricerca è molto chiaro in merito ai titoli necessari per accedere alla professione di insegnante di lingue straniere. Oltre al diploma di scuola secondaria di secondo grado, ancora meglio se si tratta di un liceo con indirizzo linguistico, è necessario possedere una laurea in lingue e letterature straniere. Diversamente per chi invece ha come sogno nel cassetto quello di insegnare presso una scuola dell’infanzia e primaria sarà necessario anche avere una laurea in Scienze della Formazione Primaria ed un diploma specifico del liceo socio-psico-pedagogico. Invece, per insegnare alla scuola di primo e secondo grado è necessaria una laurea quadriennale o quinquennale del vecchio ordinamento, specifica nel piano di studi oppure quella del nuovo ordinamento che comunque ha una serie di esami che danno la possibilità di accedere all’insegnamento.