Diventare mamma per molte donne è il sogno di una vita, ma purtroppo capita che, per via del lavoro, non si viva la gravidanza con serenità.

Tra le prime domande che molti datori di lavoro pongono ad un nuova possibile impiegata vi è la classica “Ha intenzione di diventare mamma?”. Spesso la maternità crea disagi in ufficio e, quindi, quando un donna scopre di essere incinta si fa molti problemi, cercando il modo giusto per dirlo al proprio capo. Come fare dunque per comunicare al datore di lavoro di essere incinta? Di seguito vi daremo dei suggerimenti.

Perché si ha paura della reazione del datore di lavoro?

Lo stato italiano, in merito ai diritti sul lavoro, è un buon alleato, in quanto garantisce alle future neomamme la possibilità di non perdere il lavoro durante la gravidanza e i primi tempi della maternità. Allora perché le donne italiane hanno timore di comunicare di essere in stato interessante al proprio capo, e ai colleghi?

La psicologa Alessandra Saggin spiega che ogni donna sa che i dirigenti non amano scoprire di non poter contare su una propria lavoratrice per un periodo di un anno, o più. Quindi, anche se la legge lo permette, comunicare la notizia diventa difficile, se non per le ripercussioni lavorative, per quelle umane.  È importante quindi trovare il momento e i modi giusti per dare la notizia, evitando di creare attrito o un ambiente ostile.

Quando comunicarlo al capo

La scelta migliore è di dare la notizia al proprio datore di lavoro il prima possibile. Vedere il capo come un partner, e non come un nemico, ci consentirà di aiutarlo in questo momento per lui difficoltoso; se ad esempio ricoprite un ruolo di rilievo nella società, non sarà facile per lui sostituirvi. Renderlo partecipe del vostro stato il prima possibile lo aiuterà a trovare in fretta qualcuno che possa prendere il vostro posto in azienda. Offritevi di affiancare la vostra sostituta per un periodo di tempo, in modo tale da spiegarle il lavoro e prepararla al nuovo incarico.

Suggerimenti

Scoprite, chiedendo alle colleghe che hanno già affrontato una maternità, quali sono state le reazioni dei dirigenti dopo aver saputo della loro gravidanza. Ma assicuratevi che nessuno comunichi la notizia al vostro datore di lavoro prima che lo facciate voi.

Trovate il momento migliore per comunicarglielo, prendete un appuntamento con lui e, se ritenete che il clima in ufficio sia teso per altre questioni, rimandate.

Una volta comunicata la bella notizia, rassicurate tutti che non avete intenzione di far ricadere il vostro lavoro sulle spalle degli altri, ma che continuerete a dare il meglio.

Spiegate quali sono i vostri programmi per la gravidanza e per il rientro in ufficio dopo il parto, proponendo dei periodi di lavoro part-time.

Infine, ricordate che l’importante è che la vostra gravidanza proceda serenamente, se non vi sentite bene o siete stanche non abbiate paura di dirlo e prendervi una pausa. Indipendentemente da quello che potrebbero pensare o dire gli altri, è necessario che voi e il vostro bambino stiate bene.