Il codice tributo 1500 è necessario per effettuare il pagamento delle tasse sui contratti di locazione. In particolare è fondamentale per occuparsi degli affitti sugli immobili, la registrazione del contratto e il bollo.

Sappiamo che i codici tributo sono costituiti da una stringa numerica di riferimento. Ognuna è composta da un proprio protocollo fiscale che definisce la tipologia di imposta da versare all’Erario ed è dedicata a specifici servizi.

Quando utilizzare il codice tributo 1500

Si deve utilizzare il codice tributo 1500 all’interno della dichiarazione dei redditi quando si è in presenza di immobili affittati. Ciò riguarda le persone fisiche, i pensionati, gli enti no profit, le società. Sono compresi anche i lavoratori autonomi e occasionali, i collaboratori e le società pubbliche e parastatali.

Come utilizzare il codice tributo 1500 nel modello F24

I contratti di locazione immobiliare sono stabiliti a livello normativo dall’articolo n.17 del TUR, Testo Unico del Registro, dalla Risoluzione n.14/E dell’Agenzia delle Entrate e dal DPR n.131 del 26 aprile 1986. Il Codice Tributo 1500 è formato da diverse stringhe numeriche vanno dal numero 1500 al 1510.

Questi numero devono essere indicati sulla dichiarazione annuale dei redditi, cioè sul modello F24, negli spazi dedicati alle rendite da locazioni di beni immobili. Ogni stringa numerica si riferisce ad una precisa imposta, vediamole nel dettaglio.

La stringa 1500 è relativa all’imposta di registro per prima registrazione, la stringa 1501 integra l’imposta di registro per le annualità successive. La stringa 1502 è dedicata all’imposta di registro per cessioni del contratto, la 1503 per le risoluzioni del contratto.

La stringa 1504 si utilizza per l’imposta di registro per proroghe del contratto, la stringa 1505 indica invece l’imposta di bollo. La stringa 1506 è riservata a tributi speciali e compensi, la 1507 alle sanzioni da ravvedimento per tardiva prima registrazione.

Si utilizza la stringa 1508 per gli interessi da ravvedimento per tardiva prima registrazione. Per le sanzioni da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi serve la stringa 1509. Infine la stringa 1510 serve per indicare gli interessi da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi.

Per il pagamento delle imposte per la registrazione del contratto di locazione bisogna utilizzare il codice tributo 1500, la prima stringa di tutta la serie sopra citata. Nel modello F24 è necessario immettere la sigla F per definire l’importo dell’affitto ed identificare la sezione Tipo, inserendo anche l’anno al quale si riferisce il contratto. Non vanno invece compilati i campi relativi alle voci codice ufficio, codice atto e la parte inerente a elementi identificativi.