Imprenditoria oggi significa stare al passo con i tempi ed evolversi rapidamente. Tra le figure professionali emerse con la globalizzazione c’è certamente quella dell’assistente virtuale, termine non chiaro per tutti che vedremo di spiegare meglio in questo articolo.

Cos’è un’assistente virtuale?

Si tratta di una professionista per l’imprenditore, una manager vera e propria che opera online in grado di fornire servizi a supporto delle imprese che operano sia online che offline. Spesso il termine usato per definire questa professione è Online Business Manager, il che spiega bene il grado di competenze di chi svolge questo ruolo. Non tutte sono specializzate negli stessi settori e possono operare in campi diversi. Ma di certo quasi tutte hanno un’ottima conoscenza del mondo del web, caratteristica decisamente necessaria.

Quali servizi offre alle imprese?

I servizi offerti possono essere di due tipologie. La prima categoria è quella che si occupa di servizi perlopiù amministrativi e di segreteria, la seconda è più specializzata e riguarda il web: ghost writing, creazione di newsletter, gestione di blog fino al Social Media Management. Per un imprenditore che opera principalmente offline ecco ciò che l’assistente virtuale può fare per la sua azienda.

  • Servizi amministrativi: diversi servizi come la piccola contabilità, con gestione fatture. Gestione telefonate: l’imprenditore può stabilire con l’assistente virtuale una fascia oraria in cui risponderà alle telefonate.
  • Gestione email: oggi un servizio davvero prezioso visto il tempo che la lettura delle email ci porta via. Lei potrà leggere e rispondere a tutte le email che non necessitano la risposta diretta dell’imprenditore facendo risparmiare tempo e dando una buona immagine dell’azienda vista la rapidità di risposta che fornirà.
  • Redazione documenti: si occuperà di creare e revisionare lettere e documenti.           Ricerche in internet: un’AV si occuperà di tutto che serve all’azienda che si può reperire sul web e una volta acquisito presenterà un report preciso.
  • Organizzazione logistica: organizza nel dettaglio spostamenti, viaggi e convegni: tutto pronto e funzionale. L’aiuto di un’assistente virtuale se l’azienda opera sul web o sta per entrarci è ancora più prezioso.
  • Creazione e gestione di newsletter: di primaria importanza avere una mailing list di persone da contattare. Lei provvederà alla sua creazione e gestione inviando newsletter periodiche ai clienti.
  • Gestione di blog: un blog va sempre aggiornato e l’assistente virtuale si occuperà di scrivere o inserire articoli sul web seguendo tutta la parte tecnica.
  • Social Media Marketing e Community Management: si occuperà della gestione di campagne di Social Media Marketing ovvero delle pagine e dei profili social dell’azienda.
  • Creazione di siti in wordpress: in questo caso è una figura specializzata in web design.
  • Supporto nella creazione di infoprodotti e lancio di prodotti: uno dei servizi più richiesti è quello di lanciare un nuovo prodotto sul mercato e l’AV ha le capacità professionali per raggiungere l’obbiettivo.

Ma quali sono i vantaggi di avere un’assistente virtuale?

Avere una Project Manager come l’AV è ottimizzare al meglio il tempo, aziendale e personale, delegando a lei varie fasi del lavoro che saranno organizzate e funzionali. Sarà anche un grande risparmio economico perché l’imprenditore non avrà una persona a tempo indeterminato con tutti i costi del caso ma contratterà i servizi da svolgere con l’AV.  Lei sarà la persona esterna, virtuale ma reale, che concretamente risolverà tutta la parte di lavoro definita perché il suo obbiettivo è il raggiungimento del risultato prefissato.