Il lavoro oggi viene visto e affrontato sotto diversi aspetti, ma mai fino ad oggi si era pensato a quello che riguarda l’ansia da prestazione inerente alla sfera lavorativa. Secondo gli esperti, quello a cui assistiamo oggi è un momento lavorativo in cui sono subentrate situazioni e problematiche talmente pesanti e pressanti per i lavoratori (in ogni ordine e gradi), da aver generato una vera e propria ansia da prestazione. Nel nostro articolo andremo ad analizzare da vicino tale problema.

La precarietà

L’ansia da prestazione lavorativa, è oggi causata da diversi fattori, tutti in qualche modo legati al problema della precarietà. Ciò porta alla conseguente paura di non riuscire a far fronte al futuro, che appare quindi difficile, oscuro e completamente avvolto nell’incertezza. Ciò è dovuto al fatto che nell’ambiente lavorativo si deve fare i conti con trasferimenti, contratti a tempo determinato, sfoltimento del personale, demansionamenti e cosi via.

Questa situazione si riflette inevitabilmente sull’atmosfera lavorativa e sulla funzionalità del gruppo di lavoro, portando ad un crollo dello spirito di squadra, tensioni fra colleghi e una generalizzata demotivazione.

Conseguenze per la salute

Il problema non è solo legato al lavoro, perché la problematica si riflette poi in maniera pesante sulla salute stessa della persona che vive questo forte stato di ansia. Le persone che si trovano in questa situazione possono manifestare alcuni sintomi ben definiti, che fanno peggiorare la qualità della propria vita. Ecco quali sono:

  • Insonnia
  • Difficoltà a concentrarsi
  • Risvegli con la sensazione di aver dormito affatto.
  • Attacchi di panico
  • Alta irritabilità
  • Manifestazioni psicosomatiche come dermatiti
  • Tachicardia

Per queste problematiche esistono comunque dei rimedi funzionanti ai quali rivolgersi, che vanno accompagnati con la forza di volontà per uscire dal vortice dell’ansia da prestazione.

Rimedi

Ecco alcuni rimedi per l’ansia da prestazione lavorativa:

  • Sappiate che qualsiasi sia la situazione in cui vi troviate, esiste sempre una soluzione. Una volta presa coscienza di quale sia potrete affrontare il vostro problema.
  • Uno dei primi passi da compiere per affrontare l’ansia è quello di ritrovare la fiducia in sé stessi, prendendo atto di quelle che sono le proprie possibilità.
  • Cercate di stemperare sempre i momenti di tensione sul lavoro, cercate di fare delle battute insieme ai colleghi cercando di ironizzare su quello che più vi pesa. Sdrammatizzare aiuta a reagire nei confronti di ciò che vi rende ansiosi.
  • Pianificate e ottimizzate il vostro lavoro cercando di ridurre al minimo il tempo perso, cercando di fare più cose nello stesso momento per non trovarvi indietro con i vostri compiti.
  • Non pensate al lavoro come qualcosa di orribile o di fastidioso, cercate di vedere quello che fate con occhi diversi. Mettete passione in quello che fate cercando di porvi degli obiettivi personali, in modo da sentirvi gratificati quando li avrete raggiunti.

Abbiamo visto che il lavoro è oggi un settore ricco di problematiche varie, solo prendendo coscienza di sé stessi saremo in grado di affrontare qualsiasi problema legato all’ansia da prestazione.