Tra gli e-commerce più strani e assurdi del web ce n’è uno dove puoi acquistare la luna! Di @Trumphy

Sul web, si sa, si può trovare di tutto e di più. L’utile diventa necessario, l’inutile si fa oggetto del desiderio in un battito di ciglia, anzi in un refresh di pagina. La “piattaforma internet” forte di queste sue peculiarità, si propone come strumento ideale per l’applicazione dei business più disparati, ecco qui di seguito  5 tra gli e commerce più strani trovati in giro per la rete.

 

LunarLand – Agenzia immobiliare spaziale.
No, nessun errore di correzione automatica del software di videoscrittura e tantomeno nessuna interferenza del caro e vecchio T9.

slide-1

 

Avete letto bene, “Agenzia immobiliare spaziale”, su questo sito è possibile acquistare un vero e proprio pezzetto di luna. Dal sito della strana società, sarà infatti possibile selezionare e comprare il vostro appezzamento lunare con tanto di certificato elegantemente inciso e personalizzato, correlato di cotanto fotografia satellitare.

Per la serie… quella di Totò era una Toto-truffa, mentre questa è un’ “idea geniale” (secondo qualcuno).

 

Tuta.co – Nato nel 2012 tuta era l’ e-commerce dei servizi che offriva tutte le opportunità per sentirsi una vera star con pochi dollari.
Ecco solo alcuni dei servizi “professionali” che il sito offriva
–    140$ – l’agenzia tuta.co si offrirà di accompagnarvi in aereoporto con un seguito di fan in modo da far impallidire il più blasonato dei Balotelli.
–    7$ – i professionisti dell’agenzia vi tampineranno per strada chiedendovi autografi come nemmeno a Massimo Giletti.
–    7$ – con soli altri 7 dollari, verrete inseguiti per 30 e dico 30 minuti da un “paparazzo” che vi annoierà con la sua insistenza e sottolineerà agli occhi delle persone al vostro fianco quanto è dura la vita di un uomo di successo.
–    2$ – un incaricato di Tuta assaggerà il vostro cibo per garantirvi un parere obiettivo sulla qualità dei prodotti che consumate

Dopo due anni di attività e 50 mila dollari di finanziamenti ricevuti, nel 2014 il sito ha chiuso. Più fortuna ha avuto il famoso fiverr.com, simile per certi versi a tuta.co. Qui potete vendere e comprare di tutto (davvero di tutto) per 5 dollari.
Ecco qualche esempio dei loro (in)utilissimi servizi:
C’è chi si offre di chiamarvi per un discorso motivazionale, chi scrive quello che volete in un piatto di pasta e chi vi parlerà per 5 minuti facendo finta di essere Harry Potter.

 

Capitolo quasi a parte occupano gli e-commerce basati sul modello subscription. Questa tipologia di business prevede il pagamento di un tot fisso (ogni settimana/mese o anno che sia) per ricevere direttamente a casa una serie di prodotti.

Tra questi inevitabile citare sockclub.com, lanciato ad Austin 3 anni fa, il sito realizza e invia una volta al mese calzini a tutti gli iscritti al club.

sock
Per soli 12 dollari al mese potrete ricevere calzini stravaganti per rendere i tuoi piedi dei veri protagonisti. E’ possibile richiedere anche calzini personalizzati e unici. Un punto di incontro per feticisti e fashion victim con e senza baffi.

 

Se fino ad adesso abbiamo parlato di business improbabili, il prossimo vi lascerà a bocca aperta. Dico a voi, figli degli anni 80. Ricordate l’emozione in quelle calde giornate estive, quando si scappava in edicola per comprare la mitica busta sorpresa? Un bustone dai dubbi colori argentati pieno di ogni qual si voglia porcheria a basso costo; dagli album per disegnare ai fischietti al sapor di plastica.
Ecco, per voi (noi) nostalgici di quei momenti magici, ci ha pensato somethingstore.com. Per solo 10$, la società penserà ad inviarci direttamente a casa una sorta di “busta delle sorprese per grandi”. Il sito garantisce che le uniche limitazioni alla vostra immaginazione saranno vincolate esclusivamente dalla legalità del prodotto.

E se foste in vena di scherzoni? Beh, chiaro, ci pensa shitexpress.com. Il nome è già tutto un programma.

 

Immaginate una persona che vi sta veramente sul… volevo dire, immaginate qualcuno che odiate davvero. Scegliete un animale, date un indirizzo di consegna e scegliete il giusto packaging.
TADAAAAAN! Cacca fresca a domicilio! Il tutto coperti dall’anonimato più completo (pagamenti accettati anche in bitcoins).

Ormai non ci si stupisce quasi più di niente, e di questi stravaganti shop online ce ne sono a bizzeffe in giro per il web. Alcuni durano giusto il tempo di una stagione, come il caso di tuta.co, altri malgrado i presupposti riescono a resistere nella nicchia che si sono costruiti sapientemente, tutti comunque insegnano tre cose fondamentali della vendita online.

  •   Qualunque cosa può essere venduta (e quindi comprata), l’unico limite è la fantasia.
  •     Le persone hanno tanto bisogno di divertirsi e fantasticare e per farlo sono disposte quasi sempre a pagare.
  • L’esperienza utente è fondamentale, gli acquisti online non si sottraggono alla regola secondo cui l’acquisto debba essere un momento unico e ricco di emozioni.

Insomma, beni, servizi o scherzi che siano… l’importante è imparare l’arte del saper vendere!

Scritto da Chiara Trombetta
Giornalista professionista e information designer. Una laurea in scienze e tecnologie della comunicazione prima e un master in giornalismo dopo. Appassionata e studiosa di nuovi media, tecnologia e comunicazione, ho collaborato con diverse testate online italiane. Mi occupo inoltre di realizzazione di video, infografiche per il web e per la stampa e architettura dell'informazione.

There is one comment

Lascia Un Commento