Sognando la California a pochi passi da Brescia: il cruiser Sbang Board.

Luca e Michele sono due tipi tranquilli, di quelli che a parlarci tra una birra e l’altra ti strappano sorrisi a ripetizione. Hanno la barba incolta e l’entusiasmo di chi ha poco più di vent’anni, guardano al futuro con ottimismo ed incarnano con la loro voglia di fare lo spirito imprenditoriale bresciano, che quando si fa impresa non guasta mai.

 

Mi accolgono in quella che loro chiamano Casabase: un po’ laboratorio ed un po’ rifugio, ci troviamo nel bel mezzo della pianura Padana a parlare di oceano e curve all’ombra di palme, sognando la California a due passi dalla Leonessa.

Luca e Michele insieme fanno Sbang, che suona come il rumore del legno che incontra l’asfalto.

È l’inizio del 2014 quando i due fondatori si incrociano ad una festa, accorgendosi di condividere una fortissima passione verso il mondo del surf e la sua cultura, che ha dato vita con gli anni ai vari sport su tavola. Qualche chiacchierata, e i due decidono di far nascere un blog che parli di surf e skateboard: lo popolano di notizie, ne curano il piano editoriale e le varie sezioni, ma si accorgono di voler fare qualcosa di più.

FOTO7

I ragazzi amano il fare, l’artigianato, il made in Italy ed il legno. E non hanno ancora trovato una tavola che faccia al caso loro. È così che decidono di virare verso l’idea di realizzare un proprio modello di cruiser: “Ci siamo subito resi conto di quanto l’idea di sporcarci le mani per levigare, verniciare e assemblare una tavola nostra ci gasasse… Non siamo fatti per stare su una scrivania a scrivere articoli su un pc”, commenta Luca. Si badi, non stiamo parlando di baffetti hipster e risvoltini ai pantaloni: parliamo di artigianato vero e genuino, nato da una passione che non è trend e dalla voglia di realizzare qualcosa partendo dalle proprie attitudini.

Dicono al proposito: “Amiamo le cose essenziali. In questi anni la moda ha trattato con superficialità questo mondo, mascherando le tavole come un prodotto di tendenza, senza valorizzarne la vera identità. Noi vogliamo cercare di fare l’esatto contrario, mettendo in primo piano il vero spirito di questa passione.”

FOTO4

 

Passano mesi a ricercare la giusta forma e dimensione, fanno tentativi e numerose migliorie, prima di arrivare al deck ufficiale: 55 cm di legno, modellato con forme sinuose e tondeggianti che ricordano le tavole da surf, ma che incarnano anche uno spirito innovativo. Ed i materiali? Anche quelli sono frutto di un’attenta ricerca e sperimentazione: sfogliati da 1,5 mm di betulla russa, incollati tra loro con fibra incrociata, rendono la tavola reattiva e stabile, resistente ed affidabile.

Infine, la collaborazione con un’ azienda di Bergamo specializzata nell’utilizzo di macchine a taglio e incisione laser, ha permesso loro di tagliare, forare e incidere le tavole con una precisione assoluta.

Le ultime fasi della lavorazione quali levigatura, verniciatura e posa del grip – una miscela di resina e polvere di quarzo – sono fatte a mano.

FOTO13

Nel settembre 2014 i due aprono la partita IVA e decidono di crederci veramente. Passano le settimane e cominciano gli apprezzamenti sui social, le prime vendite e gli ordini, non solamente da parte di amici e conoscenti. La voce si espande in fretta, anche grazie al web. “Internet e social media sono lo strumento sul quale stiamo investendo le maggiori energie per la comunicazione. I risultati stanno confermando il nostro impegno e alimentano la nostra carica di entusiasmo nel portare avanti questo progetto. A breve sarà pronto il negozio online dove potrete trovate tutti i nostri prodotti”, commenta Michele.

FOTO2

Siamo certi che il 2015 sarà l’anno della consacrazione. I due Sbangers hanno un sacco di idee nuove in cantiere: grafiche, shapes, eventi…. Insomma, se prendi entusiasmo, materiali di qualità e dedizione, stai certo che verrà fuori un prodotto di successo. Ecco a voi un po’ di California nell’uggiosa pianura Padana.

Scritto da Michele Pagani
Michele Pagani è consulente di digital strategy, business development e web marketing. Ex research assistant presso l'Università Bocconi di Milano, vanta una profonda conoscenza del mondo digital. Ha all'attivo il lancio di due startup ed è cofondatore della web agency NPCREW.

Lascia Un Commento