Le mille e una “creazione” di Negar Azhar Azari, su @the_perfectjob

Tradizione e innovazione. È sull’equilibrio di questi due poli che si fonda il lavoro magistrale di Negar Azhar Azari, giovane orafa fiorentina di origine persiana, che ogni giorno, nella sua bottega, sfida il “tempo” creando gioielli di impareggiabile bellezza.

 

ImpressioneFio-Orecchini

 

A 23 anni, durante i suoi studi in architettura, Negar ha scoperto che progettare e dare forma, con le proprie mani, a degli oggetti la rendeva davvero felice e, così, cosciente e determinata decide di abbandonare questa Facoltà e di passare ad oreficeria. Un cambiamento naturale il suo, una semplice “evoluzione”, come Negar ama ricordare, perché in fondo si è trattato solo di mutare “scala di progettazione” 😉

 

Pescatore-AnelloMign

 

Negar aveva trovato la sua strada, ma, nonostante un acceso entusiasmo e una implacabile determinazione, la giovanissima apprendista non aveva ancora un posto in cui “esercitarsi”, in cui poter imparare quella “tradizione” che da sempre riveste il suo più grande e infinito bagaglio. Voleva davvero andare a “bottega”, ma nessuno sembrava disposto ad accogliere questo talento.

 

Aracne-AnelloQuad

 

Dopo aver “sperimentato” scuole, tirocini e corsi di formazione, Negar approda nel 2006 a “Le Arti Orafe”, istituto fiorentino specializzato nel settore dell’oreficeria, che diventerà la sua vera palestra professionale. Da qui iniziano i successi, le conoscenze delle diverse tecniche di lavorazione (in particolare del bulino), i premi, i riconoscimenti, si concretizza un “cursus honorum” che porterà Negar ad aprire una propria bottega in Oltrarno nel 2011.

 

entrata (natale2012)

 

“Tutto quello che realizzo prende impulso da un’idea, si sviluppa in un progetto, ma sarebbe nulla senza la fatica delle mie mani. Prima che possa esistere, ogni volta, deve spezzare la catena che confina il gioiello di ricerca nelle gallerie, per entrare finalmente nella quotidianità delle persone” .

 

Pescatore-AnelloPers

 

La più grande scommessa di Negar è sicuramente il suo NAA-Studio, uno spazio sperimentale e polivalente interamente dedicato al “gioiello contemporaneo”. In ogni piccolo particolare si manifesta la volontà e il carattere della nostra orafa: uno scrigno di oggetti di valore artistico resi preziosi soprattutto dall’idea, dal genio artistico, dall’abilità esecutiva e qualità artigianale.

 

Aracne-Ciondolo

 

Le creazioni di Negar si rivolgono agli amanti del “pezzo unico”, a donne indipendenti che vogliono manifestare la propria femminilità, ad intenditrici affermate e a donne culturalmente ricche. Alla base di questi gioielli risiede il concetto di “democratizzazione dell’arte”,  ovvero un’arte che porti le opere di design e di ricerca nella vita di tutti i giorni, che usi materiali non necessariamente preziosi (bronzo, ferro, legno, l’ebano, pelle, cuoio, tessuti vari e pietre semipreziose o sintetiche) ma comunque di grande valore artistico e progettuale.

 

Pescatore-Anello

 

 

Pezzi unici in cui si concentrano i richiami delle antiche tradizioni fiorentine e orientali e l’avanguardia di uno spirito, il suo, sempre pronto a coniugare manualità, anima e in un semplice filo, capace di creare forme dalla delicatezza apparente e dalla luce incredibile.

 

Aracne-Anello

 

Negar ci insegna a guardare, ad osservare attentamente tra le ombre, ci insegna a lasciar fluire le mani in composizioni cariche di storia, la storia che ognuno di noi scrive ogni giorno.

 

http://www.naastudio.com

 

Scritto da Eleonora Ciambellotti
Storica dell'arte per passione e blogger di professione. Ultimamente assessore di un piccolo-grande comune toscano di 45.000 abitanti. Interessi: letteratura, teatro, cinema e Fiorentina!