Colin Furze, lo scatenatissimo idraulico inventore. Di @eleonorami9

Oggi la figura dell’artigiano sta tornando a diventare centrale nella società contemporanea, anche per una rinnovata necessità del saper fare; il fenomeno del come è fatto, e i programmi televisivi e digitali che raccontano cosa sta dietro il processo di produzione delle più disparate cose che ci circondano sta prendendo piede in tutto il mondo.

In questo quadro generale, non stupisce il fatto che una personalità eclettica come quella di Colin Furze stia diventando sempre più nota.

Colin Furze è un idraulico che nel tempo libero non si interessa di rubinetti e scarichi, ma rielabora le sue competenze in ambito artigianale per creare oggetti strani, nuovi, talvolta pericolosi, sempre stupefacenti!


4202275_orig

Mescola l’attitudine all’invenzione e l’abilità in campo meccanico, e di volta in volta, con l’aiuto di uno staff, realizza progetti al limite tra follia creativa e la genialità pregettuale.

L’amore per le sfide impossibili e la voglia di stupire con il genio meccanico lo ha spinto a realizzare, tra le altre creazioni, un “abito di sicurezza” in acciaio. L’obiettivo del folle e geniale Colin è quello di immergersi e scoprire da dentro come funziona un fuoco d’artificio. All’interno del suo scafandro, potrà registrare, più o meno senza pericolo, tutte le fasi dell’esplosione…

5934140_orig-1

 

La parte che ci incuriosisce è la modalità di creazione della particolare armatura, realizzata utilizzando per la sagomatura la tecnica dell’idroformatura.

Il processo richiede pressione dell’acqua (tramite l’utilizzo di una normale pompa da gioardino) esercitata su fogli metallici, in modo da permettere al materiale di piegarsi e di gonfiarsi dando creando una forma prestabilita, che nell’ insieme ricorda l’Uomo di latta de Il mago di Oz. Pur avendo questo riferimento fiabesco, l’oggetto crato da Furze è comunque in grado di sopportare un calore e una pressione estremamente alti…

7484380_orig

Sul suo sito e sul suo canale youtube è possibile scoprire altre delle sue stupefacenti e stravaganti imprese, tutte con una visione ironica nonsense, che vanno dalla realizzazione di accessori per trasformarsi in eroi della Marvel, come Wolverine e Magneto, alla creazione di bollitori alimentati da un motore jet.

Alcuni potrebbero chiamarle macchine inutili, ricollegandosi a certe altre storie legate al design italiano, di sicuro rappresentano comunque una sfida dell’ingegno e della tecnica, e riscuotono un grande interesse e attenzione, visti i numeri delle persone che guardano e commentano tramite i canali social e web.

1785100_orig

 

Il suo approccio allegro e intraprendente è piaciuto anche al mondo del marketing, tanto da farlo diventare una figura centrale nella creazione di campagne di comunicazione virali, all’insegna della spregiudicatezza e della fantasia. E per i probabili emuli casalinghi, c’è da sperare in un maggiore senso del limite e del pericolo…

 

 

 

5209170_orig

 

 

 

 

Scritto da Eleonora Odorizzi
Cresce nell'immaginario transculturale austroungarico, assorbendone il senso estetico, il piacere dell’osservazione e l'attitudine al dubbio. Applica il metodo progettuale assunto durante la formazione come architetto, alla creazione di connessioni, applicando i metodi e le dinamiche del service e relational design in ambito turistico e culturale, operando con istituzioni e soggetti privati.

Lascia Un Commento